lunedì 13 marzo 2017

I bambini maschi che non possono ballare

Giocare con la gonna nel parco:
cose da femmina, cose da maschio?
Diciamo sempre alle nostre figlie femmine che non ci sono giochi da maschio o da femmina, che non ci sono lavori da maschio o da femmina, che i lavori in casa vanno divisi perché tutti abbiamo degli impegni fuori e nessuno può sobbarcarsi in casa anche la parte degli altri.

D'altronde il sistema dei turni di pulizia nelle case in condivisione da universitari insegna: non è che le femmine si mettono a pulire anche per i maschi, maffigurati.

Si parla tanto di educare le bambine all'idea che potranno scegliere qualunque lavoro.
Qualunque studio. Qualunque sport.

Però, passato l'8 marzo, io lo dico: a me, i bambini maschi, molte volte fanno pena.


Perché le mie figlie possono mettersi la gonna a tulle e la calzamaglia rosa e decidere se ballare o rotolarsi nella sabbia, ma per molti bambini maschi la scelta è limitata al solo rotolarsi nella sabbia.
Perché le bambine possono giocare ai pirati, ma se i bambini giocano alle fatine molti storcono il naso. 
Perché nell'angolo dei travestimenti è normale che le bambine mettano il cappello del nonno, ma se un maschio si infila le scarpe della mamma è una mezza tragedia.

Mercoledì scorso Nene aveva l'ora di danza alla scuola dell'infanzia, e prima di entrare mi ha chiesto: «Sai mamma, c'è solo un maschio della mia classe che fa danza. Perché?»

Il perché ve lo dico io.

Perché ad alcuni non interessa. E va benissimo.
Perché alcuni non la farebbero manco morti, è “da femmine”. (Ma chi gliel'ha detto?)
Perché alcuni vorrebbero provare, ma i loro compagni dicono questa cosa, che è roba da femmine, e allora non se la sentono.
Perché qualcuno vorrebbe tanto fare danza, e la mamma gliela lascerebbe anche fare. 
Ma il papà no.
Il papà gliel'ha impedito: è cosa da femmina. A nulla è valso che la maestra di turno abbia provato a convincerlo a lasciare fare al bambino, che non c'era nessun problema.
Non s'ha da fare, è cosa da femmine.

Lasciamo che anche i bambini maschi possano decidere cosa fare nella loro vita.
Anche le cose da femmine.
Lasciateli danzare.
Perché le uniche “attività da femmine” sono veramente poche, e – a parte come fare la pipì – non riguardano i bambini.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...